MENU PRINCIPALE

 

Video della presentazione

 

Risorse

 

Cerca


 
 
HOME PAGE
Benvenuto

Premessa

Pur semplicemente annotando le fasi amministrative degli anni passati del nostro caro paesino d' Abruzzo, voglio mettere in luce, anche se solo in piccolo e sicuramente con qualche ritardo, l'evolversi di molti degli usi e costumi della nostra gente.
 
La raccolta sarà strutturata per anno ed in ordine cronologico, scandendo meglio, così, i ricordi delle persone, in una cronologia reale.
 
Voglio ringraziare, in particolar modo, i tre miei amici che mi hanno aiutato a capire itempi e le situazioni concrete, che ora purtroppo non ci sono più, ma che tanto mancano a me ed agli altri. Sono: Telesforo Palozzi ‘Teluccio', Cesario Mastrella ‘Cesarione' e Tuta Cianfarani "la Sarta".
 
Ringrazio inoltre tutte le altre persone, citate in seguito, per il tempo dedicato a me ed alla mia iniziativa .
 
Un consiglio utile desidero dare a tutti i lettori: leggere un anno ed un' amministrazione alla volta, in modo che ciascuno abbia il modo di assimilare i tempi e di immaginare gli eventi di un passato, per molti quasi immaginario e nascosto nei vecchi ricordi personali.
 
La storia è quella dell'evoluzione di un paese un po' povero e un po' sfortunato, ma che ha avuto molti amministratori capaci di dare tutto quello che potevano per renderlo vivibile ed al passo con i tempi.
Un paese isolato e marginale nel contesto marsicano, che ha comunque tutte le caratteristiche naturalistiche ed umane che lo rendono unico nel suo insieme.
 
Spesso la miseria, i terremoti e le guerre hanno fatto sì, che molti dei suoi figli lo abbiano dovuto abbandonare per sempre, ma che lo hanno nel cuore fino all'ultimo giorno della loro vita.
 
Non si possono raccontare grandi cose od eventi, ma solo la serena vita di un paese che tenacemente cerca di non morire ed andare avanti nella speranza che prima o poi le cose vadano una volta tanto a proprio favore.
 
La tenacia degli amministratori e della sua gente finora sono bastati a renderlo vivo e forte. Prima o poi, qualcosa con il progresso cambierà e forse quando le distanze e l'isolamento non saranno più un problema insormontabile, sarà possibile che esso torni ad essere il posto incantato e desiderato che tutti speriamo.
 
Nella vita bisogna agire con quello che si ha, ma è necessario approfittare delle opportunità che il progresso offre se non si vuole sparire. Per questo spero che tutti gli amministratori futuri sappiano, al di fuori di interessi o posizioni personali, scegliere sempre il meglio per il nostro paese.
 
Forse la conoscenza del nostro recente passato, che cerco di narrare con questi miei  ricordi, può lasciare una traccia futura per non ripetere gli errori già fatti e capace di guidare i futuri giovani verso sentimenti di pace, tolleranza, fratellanza, amore e moderazione che tutti noi dovremmo avere affinché le cose vadano per il verso migliore.
 
Spesso l'esperienza aiuta e spero che quella che io cerco di tramandare sia una buona base per l'iniziative di cui il paese necessita. Il progresso non attende, ma tutto, insieme, diventa possibile.
 
                   Rinaldo Bianchi

 

Non vi sono sottopagine
Sei in: - HOME PAGE
 
 
  

tutti i diritti riservati  | Mail Server | Area riservata |
 

 




Team sviluppatori | Grafica e Redazione | Copyright